Ultime segnalazioni

Ti amo ma non lo sai




Autore: Tania Paxia

Genere: Romance

22 Agosto

Harper e May sono amici per la pelle. Tra loro non ci sono segreti e condividono ogni aspetto della vita: i compiti, il gruppo di lettura, il lavoro per il giornale della scuola... Harper, detto Peter, come Peter Pan, è un sognatore, mentre May, dolce e piena di energie, è soprannominata “Trilli”. Una coppia perfetta, insomma, almeno fino a quando May non inizia a interessarsi ai ragazzi, e in particolare a Owen O'Brian, il capitano della squadra di baseball. All’improvviso Harper si scopre geloso e si rende conto di non considerare May esattamente come una sorella. L’unica soluzione, per non soffrire e non farla soffrire, pare essere quella di allontanarsi da lei e rinunciare per sempre al loro splendido rapporto. Ma poi Syd, sua sorella, gli suggerisce un piano infallibile per riuscire a confessare a May i suoi veri sentimenti. Purtroppo i piani non vanno sempre nel modo prestabilito...



Salve lettrici,
bando ai convenevoli e andiamo subito al sodo.
Ho letto in anteprima il nuovo romanzo di Tania Paxia, "Ti amo ma non lo sai", in uscita a breve con la Newton Compton.
Peter Harper è un ragazzo normale, va a scuola e aiuta i genitori nella loro attività, ha tanti sogni e un grande amore per la sua amica May, la sua Trilly.
May è molto amica di Harper, senza di lui sarebbe 
persa.
Harper è la roccia che la tiene ancorata coi piedi per terra perchè lei è selvaggia e volitiva e senza il suo amico concluderebbe poco e nulla. May però non ama Harper.
Lo abbraccia, lo bacia e lo trascina nelle sue cose, gli chiede aiuto con i compiti che lascia sempre alla fine e lo usa come copertura per le sue uscite.
Harper è consapevole di tutto, ma non riesce ad alzare la testa. È troppo innamorato, il tipo di amore che ti fa desiderare di stare accanto all'oggetto di esso anche solo come tappetino.
Tutti, nella loro ridente cittadina, si sono accorti della situazione, ma May sembra sorda e cieca a tutto e continua a svolazzare di qua e di là e a spargere la sua polvere di fata ovunque.
Come andrà a finire?
Harper sarà capace di prendere il coraggio a quattro mani e rivelare il suo amore a May? 

Ho letto un paio di romanzi di questa autrice e li ho apprezzati. Lo stile della Paxia è fresco e giovanile e, sebbene le medesime caratteristiche sono mantenute in questo romanzo, devo fare un appunto sul contenuto.
Ma andiamo con ordine.
La storia è raccontata interamente da Peter Harper, questo ragazzo carino ma non troppo, con la pancetta e zero attitudine allo sport. È perdutamente innamorato della sua amica d'infanzia che non lo caga di striscio in quel senso, ma, al contrario, lo usa a suo piacimento provocando in Harper un grosso disagio emotivo (che non è stato sviluppato). May è persa nel suo mondo e non si preoccupa delle responsabilità, tanto c'è Haper a coprirle le spalle. Questo è tutto ciò che fa nel romanzo.
Linguaggio: giovanile, fresco e pertinente alla storia.
Ritmo: altalenante, ma non disturbante.
Contenuto: non pervenuto.
Mi è piaciuta l'idea di far raccontare la vicenda al protagonista maschile. 
Tutta la situazione aveva un grosso potenziale per essere sviluppato in maniera da richiamare sentimenti ed emozioni forti.
Invece mi sono ritrovata a leggere un elettrocardiogramma piatto.
Non c'è trasporto, non c'è intensità emozionale e proprio quando avrei volentieri letto la dichiarazione di Harper a May, l'autrice salta direttamente la scena per andare in un altro luogo dove Harper dovrebbe trovare riscatto, ma anche qui un riscatto senza gusto, senza gloria.
I personaggi sono appena delineati, non hanno spessore.
La storia c'era tutta, davvero! Non mi spiego tanta superficialità. Mi arrabbio e ci rimango male perchè è un'occasione sprecata.
Non sono mai così assoluta, ma questa volta la situazione merita attenzione. 
Io ho ricevuto il romanzo in anteprima per il blog, ma chi lo compra potrebbe rimanerci malissimo.
Non so se consigliarvi di comprarlo, mi trovo davanti un dilemma del genere per la prima volta. 
Peccato.

 


 Voto storia - 2 ½ Più che carino





Nessun commento:

Posta un commento